Mauro Pelosi – Vent’anni di galera (1972)

Cantautore spesso dimenticato, autore negli anni ’70 di quattro ottimi album (i primi due – “La Stagione per Morire”, del 1972 e “Al Mercato degli Uomini Piccoli”, del 1973 – sono davvero eccellenti). Testi non proprio ebbri di allegria, ma come ebbe a dire lo stesso autore:”Quando sono felice non scrivo canzoni, faccio altro”. Inserito… Continua a leggere Mauro Pelosi – Vent’anni di galera (1972)

Un Cielo d’Amarena (è solo per chi vuol cambiar colore)

Disconnessione finissima. Il corpo casca negli occhi, precipitando nel punto esatto dove si è fatto corpo, e rivive ripartendo da zero. Da bambino fu sommerso e tormentato dal becco aguzzo di sorrisi alati infilati sulla schiena come fronde, ma conservati solo per il giorno di festa. Da adulto si ritrovò con la schiena nuda e… Continua a leggere Un Cielo d’Amarena (è solo per chi vuol cambiar colore)

Io Volo Sulle Foglie Morte

Cento occhi ha questa sconosciuta seduta sopra queste foglie con viso aerobico e squadrato di tartaruga smarrita. Lei non ha spazio di manovra, io lancio l’ancora al cielo con l’occhio virulento di fame ad arpionare le finestre mute e quelle gonfie di voci fino a farle scoppiare. È un pattinare violento, lo slalom sui giacigli… Continua a leggere Io Volo Sulle Foglie Morte

Le Orme – Se Io lavoro (1977)

Ritengo che Le Orme siano stati la più grande band italiana anni ’70. Non erano pirotecnici come la PFM, non avevano la maestosità del Banco, e neanche erano accessibili come i Pooh (anche se questi ultimi almeno fino al 1975 scrissero anche cose molto belle e alquanto complesse). Tuttavia avevano una magia speciale nell’insieme: la… Continua a leggere Le Orme – Se Io lavoro (1977)

Di ritorno dalla Giornata Mondiale della Poesia (100 Thousand Poets for Change).

Eccomi di ritorno dalla 100 Thousand Poets for Change! L’immagine nell’intestazione compare nell’Antologia 2017, ed eccovi svelata la poesia con cui ho partecipato, anche se ho variato un paio di versi rispetto alla versione presente nel blog. Mi sento un po’ portavoce di tutti i poeti presenti su WordPress, col riferimento al blog che compare… Continua a leggere Di ritorno dalla Giornata Mondiale della Poesia (100 Thousand Poets for Change).